Who do you want to be tomorrow? : Michał Jackowski. Sculptures

18 June - 31 August 2021

Who do you want to be tomorrow? Michał Jackowski. Sculptures.



From 18 June to 31 August2021, when Warka celebrates the jubilee of the 700-year-old town, we invite you to an exhibition of sculptures by young, talented artist Michał Jackowski at the Casimir Pulaski Museum in Warka.

The exhibition entitled "Who do you want to be tomorrow? Michał Jackowski. Sculptures" will take place in the park, in the modern temporary exhibition hall of the educational and museum center and in the palace. The artist will present 28 works of marble and bronze, some weighing even 718 kg, other 640 kg, but also light and smaller forms.


Michał Jackowski’s works are part of the strategy of popularization of Polish-American ties, which has been established since the beginning of the museum’s activities. However, the sculptor, although he formed in Poland and bases his art on European traditions, complements and gives a specific character to his work by making visible references to the American pop-art. Aspects of mass, consumption or popular culture provoke various questions concerning human behavior, relationships, meaning and existence.

Every work by Michał Jackowski talks about men, but also about their complicated nature, art, trends, meanings and universal language.


"The human being is always at the center of my interests: The values that shape us and the relationships we build with others. When I explore human desires and emotions, I am intrigued by many questions about contemporary times. I try to respond to them through a sculpture, while slowly sculpting myself one day after another.” 

 

 

Chi vorresti essere domani? Michał Jackowski. Sculture.

 

Dal 18 Giugno al 31 Agosto 2021, quando Wka celebra il giubileo della città di 700 anni, vi invitiamo a una mostra di sculture del giovane e talentuoso artista Michał Jackowski presso il Casimir Pulaski Museum a Warka.

La mostra dal titolo "Chi vorresti essere domani? Michał Jackowski. Sculture" si svolgerà nel parco, nella moderna sala delle mostre temporanee del centro didattico e museale e nel palazzo. L’artista presenta 28 opere in marmo e bronzo, alcune del peso di 718 kg, altre 640 kg, ma anche forme leggere e più piccole. 

 

Le opere di Michał Jackowski fanno parte della strategia di divulgazione dei legami polacco-americani, stabilita fin dall'inizio delle attività del museo. Tuttavia, lo scultore, sebbene si sia formato in Polonia e basi la sua arte sulle tradizioni europee, integra e conferisce un carattere specifico alla sua opera facendo visibili riferimenti alla pop-art americana. Aspetti della massa, del consumo o della cultura popolare provocano varie domande riguardanti il ​​comportamento umano, le relazioni, il significato e l'esistenza.

Ogni opera di Michał Jackowski parla degli uomini, ma anche della loro natura complicata, dell'arte, delle tendenze, dei significati e del linguaggio universale. 

 

 "L'essere umano è sempre al centro dei miei interessi: i valori che ci plasmano e le relazioni che costruiamo con gli altri. Quando esploro i desideri e le emozioni umane, sono incuriosito da molte domande sulla contemporaneità. Cerco di rispondere ad esse attraverso una scultura, mentre lentamente scolpisco me stesso un giorno dopo l'altro.”